Tutti i vantaggi della resina per Hotel e Strutture Ricettive

Tutti i vantaggi della resina per Hotel e Strutture Ricettive

La scelta dei pavimenti e rivestimenti nel settore Ho.Re.Ca è molto complessa, in quanto sono molteplici gli aspetti da considerare in fase di progettazione, a partire dalla tipologia della struttura e la destinazione d’uso di ogni ambiente. Indipendentemente dalla destinazione d’uso, comunque, per scegliere la soluzione che meglio soddisfa le esigenze del cliente occorre valutare le caratteristiche prestazionali ed estetiche richieste.

Oltre all’aspetto estetico e alla possibilità di personalizzazione degli ambienti, giocano un ruolo importante nella scelta dei rivestimenti per il settore hospitality anche:

  • la dimensione della superficie da pavimentare;
  • la facilità di manutenzione;
  • la pulibilità delle superfici;
  • la resistenza alle aggressioni chimiche;
  • la capacità di resistere alle sollecitazioni meccaniche e di assorbire gli urti;
  • l’effetto antiscivolo;
  • la resistenza al calpestio;
  • la capacità di attenuazione del rumore;
  • la flessibilità e l’impermeabilità e, da ultimo,
  • la capacità di realizzare superfici continue e monolitiche.

Proprio quest’ultima prerogativa, ovvero la diffusa tendenza dell’interior design all’uso di superfici continue nei rivestimenti, ha reso materiali come la resina o il microcemento, ideali per il settore in questione. Resine e microcementi permettono infatti di realizzare superfici omogenee, prive di fughe e totalmente personalizzabili, ideali per tutti gli ambienti che puntano a creare atmosfere minimali e contemporanee. I vantaggi della resina consistono nell’offrire soluzioni adatte a soddisfare tutti i requisiti richiesti contribuendo allo stesso tempo allo sviluppo sostenibile, in quanto garantiscono una lunga durata di esercizio e richiedono bassi costi di manutenzione.

La superficie continua, senza fughe o punti di giunzione, agevola la sanificazione e la normale pulizia degli ambienti, determinando un risparmio di detergenti, energia, lavoro, tempo e costi. Inoltre non bisogna dimentica che la facile manutenzione è legata anche alla possibilità di riparare unicamente le aree danneggiate mentre la resistenza all’acqua viene assicurata dall’impiego di materiali impermeabili. I tempi di installazione sono molto brevi, anche un solo fine settimana, e possono essere applicati anche su superfici esistenti e dalle forme insolite.

Sono soluzioni adatte al riscaldamento a pavimento, grazie alla loro elevata conducibilità termica e al loro ridotto spessore, favoriscono il passaggio del calore. I sistemi multistrato poliuretanico autolivellante sono l’ideale per realizzare pavimentazioni indoor resistenti, igieniche e a finitura antiscivolo, quindi sono raccomandati per tutte le aree pubbliche e gli spazi indoor in genere dove è richiesta capacità di assorbimento del rumore e degli urti ed elevate caratteristiche anticalpestio.

Il sistema è stato infatti sviluppato dai tecnici Master Builders Solutions di BASF con uno strato elastico applicato a liquido, le cui caratteristiche risiedono nelle sue proprietà fonoassorbenti. Queste permettono di migliorare non solo l’acustica della stanza, riducendo il rumore da calpestio di 16-20 dB e la trasmissione verticale dei suoni di 15-18 dB, ma anche il comfort di camminata alleviando i dolori alle gambe e alla schiena.

Le caratteristiche specifiche di questa tipologia di sistemi sono infatti l’elevata resistenza ai raggi UV e stabilità del colore; basse emissioni VOC; riduzione dell’impatto e del rumore da calpestio (2-3 dB) e della trasmissione verticale dei suoni; efficacia antiscivolo (R9-R11); superfici igieniche e senza giunti facili da pulire; top coat batteriostatico che riduce la formazione batterica; resistenza alla fessurazione (crack bridging ability – EN 1062-7 Classe A4 > 1.25 ( < 2.3 mm a 23°C)); reazione al fuoco classe Bfl-s1.

Oltre agli spazi indoor, le strutture ricettive prevedono degli spazi outdoor legate alla presenza di parcheggi, garage e superfici carrabili in genere. Queste superfici richiedono un sistema di pavimentazione continua in resina poliuretanica elastomerica. La pavimentazione, idonea per il traffico veicolare, deve resistere alle sollecitazioni dinamiche e alla fessurazione, agli urti e all’aggressione chimica. L’aggiunta di aggregati di quarzo selezionati conferisce al rivestimento effetto antiscivolo.

I requisiti richiesti sono un rivestimento continuo, impermeabile e antiscivolo; ottima resistenza all’abrasione e usura; resistenza alle sollecitazioni dinamiche; elevata flessibilità e resistenza alla fessurazione (crack bridging); ottima resistenza al traffico e agli urti; efficacia antiscivolo; resistenza a cicli gelo-disgelo, stabile ai raggi UV; resistenza agli agenti aggressivi (carburanti, oli e solventi).

Ricevi una consulenza gratuita

Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

I migliori articoli selezionati per te

Ricevi una consulenza gratuita

Quarant'anni di esperienza e successi al tuo servizio

Pavimenti in resina Draco