Come realizzare pavimenti sani ed igienici per scuole e aziende ospedaliere

Come realizzare pavimenti sani ed igienici per scuole e aziende ospedaliere

I sistemi multistrato conferiscono al rivestimento capacità antisdrucciolo, buona resistenza meccanica e un piacevole effetto estetico. Con questi sistemi è possibile conferire ad ogni pavimento in resina per mense, la facilità di manutenzione e la sanificabilità richiesta in conformità al protocollo HACCP, rendendoli adatti a qualsiasi area richieda igiene. Inoltre, la resistenza all’abrasione e chimica dei sistemi resinosi garantisce durevolezza nel tempo.

Tali sistemi hanno anche finiture antiscivolo che garantiscono la sicurezza dei lavoratori, spesso a contatto con sostanze oleose, e sono particolarmente indicati per le aree di lavorazione degli alimenti, sopportando bene sia il caldo sia il freddo.

Parlando di edilizia scolastica, un requisito importante è legato al colore della pavimentazione, che essendo destinata ai bambini, dovrebbe poter offrire diverse nuance ed essere utilizzata per realizzare disegni di ogni genere. Inoltre deve essere in grado di sopportare bene il calpestio e di resistere all’abrasione.

I pavimenti in resina per le scuole hanno una buona resa anche in termini di isolamento acustico, attraverso sistemi modulari che assorbono l’impatto. L’impermeabilità del rivestimento non permette l’infiltrazione di sostanze liquide e lo rende disinfettabile e sanificabile con semplici operazioni.

Igiene e sicurezza sono punti cardine non solo per l’edilizia scolastica e per le mense ma anche le aziende ospedaliere, per le quali tutte le superfici devono essere facilmente pulibili e sterilizzabili. Cosa possibile grazie al fatto che i sistemi resinosi siano continui e uniformi, privi delle classiche fughe e dei giunti in cui facilmente si annida lo sporco.

I pavimenti in resina per aziende ospedaliere sono quindi l’ideale per cliniche, case di cura, sale operatorie degli ospedali, studi ambulatoriali medici o veterinari ed anche laboratori di analisi. Altrettanto importante, è l’impermeabilità di queste superfici, perché nel caso cadano accidentalmente sostanze chimiche queste non devono essere assorbite, e l’atossicità del materiale per il rispetto dei requisiti di sicurezza.

A queste pavimentazioni viene anche richiesto di essere antistatiche e conduttive, per ridurre al minimo i rischi di elettrocuzione e permettere l’ottimo funzionamento dei macchinari, ed antibatteriche, per limitare la proliferazione batterica, evitando la possibilità di contaminazione e propagazione attraverso la pavimentazione.

I sistemi multistrato poliuretanici autolivellanti hanno non solo un’elevata resistenza ai raggi UV e stabilità del colore, ma garantiscono anche basse emissioni VOC, contribuiscono alla riduzione dell’impatto e del rumore da calpestio (2-3 dB). L’efficacia antiscivolo (R9-R11), la possibilità di realizzare superfici igieniche e senza giunti facili da pulire, la resistenza alla fessurazione al fuoco classe B, oltre alla possibilità di un top coat batteriostatico che riduce la formazione batterica, li rende la soluzione ottimale per ospedali, studi medici, case di cura, scuole, università, biblioteche e specifici per il settore community.

Ricevi una consulenza gratuita

Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

I migliori articoli selezionati per te

Ricevi una consulenza gratuita

Quarant'anni di esperienza e successi al tuo servizio

Pavimenti in resina Draco