GLI SPECIALISTI DEI PAVIMENTI IN RESINA

Pavimenti industriali in resina

Igiene, sicurezza e resistenza per superfici di valore che rispondono
alle esigenze di qualunque ambiente

Sempre più spesso, nel corso degli ultimi anni, le aziende scelgono le resine per la realizzazione dei loro pavimenti, preferendoli o sostituendoli ai materiali più tradizionali, quali cemento, PVC, vinile e piastrelle. Il perché di questa scelta va ricercato nei numerosi vantaggi offerti da questo materiale: la resina è un materiale durevole, resistente a molti tipi di sostanze chimiche, ai carichi e al traffico intenso, sostenibile, igienizzabile e facilmente manutenibile, conveniente sia da un punto di vista economico che estetico, altamente personalizzabile. 

Tutte queste caratteristiche le consentono di adattarsi a ogni tipo di realtà produttiva, soprattutto del settore industriale. È il pavimento ideale per aziende specializzate che operano nel settore alimentare, farmaceutico, manifatturiero, logistico, meccanico, ecc. 

Ma che cos’è un pavimento industriale in resina? Quali sono le caratteristiche distintive di questi pavimenti? Quali i vantaggi? In quali ambienti si usano? 

Qui trovi tutto quello che devi sapere sui pavimenti industriali in resina e le informazioni utili sull’argomento, in base alle tipologie, al materiale utilizzato e alle destinazioni d’uso.

Pavimento industriale in resina: quale scelgo?

Sistemi incorporati

I sistemi incorporati, come indicato nella norma UNI 8297, sono essenzialmente trattamenti tesi a migliorare le caratteristiche della superficie di posa per i quali vengono impiegati prodotti ad alto potere penetrante in fase solvente o in dispersione acquosa, scelti in funzione del grado di penetrazione e saturazione delle porosità superficiali desiderati e alla compatibilità con l’eventuale strato successivo.

L’impregnazione si distingue in “semplice”, quando i pori e le capillarità sono rivestiti internamente, ma non risultano completamente riempiti, o “a saturazione”, in cui il trattamento viene invece eseguito con più strati e/o più in profondità, determinando il parziale o totale riempimento delle porosità superficiali. 

L’impregnazione serve per migliorare l’adesione di eventuali successivi strati di rivestimento e/o per migliorare le caratteristiche meccaniche superficiali consolidando la parte corticale della superficie di posa e rendendola così meno permeabile ai liquidi in genere. L’Impregnazione è in ogni caso un “trattamento superficiale” realizzato mediante l’applicazione di un unico prodotto, il più delle volte su superfici cementizie, generalmente trasparente, liquido e a bassa viscosità.

Pavimenti in resina industriali

Sistemi resinosi riportati

I “sistemi resinosi riportati” sono classificati, in ordine crescente, in base allo spessore finale del rivestimento, che è uno dei parametri che influenzano la durata del rivestimento. Si differenziano in:

  • sistemi pellicolari;
  • sistemi multistrato;
  • sistemi autolivellanti;
  • sistemi di malta resinosa.

Sistemi pellicolari

Sistemi resinosi, normalmente colorati, in grado di formare una pellicola superficiale con spessori generalmente compresi tra 150 µm e 1000 µm (1 millimetro). A loro volta si possono suddividere in:

  1. sistemi pellicolari a film sottile; s = 150 µm ÷ 300 µm;
  2. sistemi pellicolari a film spesso; s = 300 µm ÷ 1000 µm

Richiedono generalmente l’applicazione di un primer sul supporto. I sistemi a film sottile conferiscono una scarsa impermeabilizzazione ed hanno discrete proprietà di resistenza meccanica e scarsa o modesta resistenza chimica per la non perfetta impermeabilità del sistema. I sistemi a film spesso sono impermeabilizzanti, hanno buone proprietà di resistenza meccanica e chimica a sostanze non particolarmente aggressive.

Sono entrambi impiegabili in locali con presenza di normale traffico gommato e moderato traffico con muletti, generalmente su supporti cementizi nuovi lisci (elicotterati). Vengono realizzati con resine epossidiche o poliuretaniche fluide, mono o bi componenti in fase solvente o in emulsione acquosa.

Pavimenti in resina industriali

Pavimenti in resina multistrato

I rivestimenti multistrato sono ottenuti mediante l’applicazione di uno o più prodotti, in vari strati, intervallati da spolveri a saturazione, o rifiuto, di quarzo o altri tipi di aggregati. Lo spessore finale varia in relazione al tipo di prodotto impiegato, al numero di strati eseguiti, alla granulometria e quantità del quarzo seminato. 

Lo spessore non può essere inferiore a 1,5 mm. Per ottenere spessori maggiori, tra 2,5 mm÷3,5 mm, è opportuno l’impiego di prodotti autolivellanti applicati a spatola. Sullo spessore finale del rivestimento e sul grado di ruvidità e quindi sulla caratteristica antiscivolo, incidono la granulometria del quarzo impiegato e la tecnica di posa dell’ultimo strato di resina.

La pavimentazione è impermeabile, caratterizzata da facilità di pulizia con ottima resistenza ai frequenti lavaggi e ai detergenti, uniformità cromatica, ottime caratteristiche meccaniche e di resistenza all’usura e chimica, adatta a locali con presenza di traffico particolarmente intenso di veicoli gommati e muletti, magazzini logistici, depositi, zone produttive, locali tecnici, lavorazione e stoccaggio alimenti. La preparazione della superficie di posa richiede la pallinatura/levigatura. Vengono impiegate resine epossidiche, resine poliuretaniche o polimetilmetacrilati.

Pavimenti in resina autolivellante

Sono pavimentazioni industriali che presentano una superficie molto omogenea e continua. Indubbiamente i più conosciuti ed apprezzati per la qualità estetica. Gli spessori vanno da 2 mm ad un massimo di 4 mm. La definizione “autolivellante” del prodotto deriva dalla sua proprietà di livellarsi sui segni lasciati dall’attrezzo di posa. 

Sono caratterizzati da impermeabilità, facilità di pulizia con ottima resistenza ai frequenti lavaggi e ai detergenti, uniformità cromatica, ottime caratteristiche estetiche, meccaniche, resistenza all’usura e chimica che li rendono idonei a locali con traffico gommato anche intenso, industrie alimentari (soggette a regime HACCP), camere bianche, industrie tessili, chimica, cosmetiche, elettroniche, show-room, negozi, locali commerciali.

Previo trattamento del sottofondo con macchine pallinatrici o levigatrici, si applica una “colata” di resine epossidiche, poliuretaniche o polimetilmetacrilati autolivellanti colorate e caricate con sabbia fine di quarzo. La superficie può essere resa più resistente al graffio con uno spolvero di corindone (o altri spolveri specifici) sulla superficie ancora fresca, con grado di saturazione variabile anche in relazione all’estetica finale.

Pavimenti in malta resinosa o massetto epossidico

Sono pavimenti con un’elevata resistenza ai carichi e all’usura e spessori che variano da 5 mm a 10 mm, talvolta oltre. Il sottofondo, calcestruzzo, gres o clinker, va preparato con pallinatura/scarificatura. Si applicano con staggia e vengono compattati e lisciati manualmente o meccanicamente con macchinario a pale rotanti (frattazzatrice meccanica, detta anche “elicottero”). 

La malta per realizzare tali sistemi è ottenuta impastando resina liquida con inerti, generalmente quarziferi, con un rapporto tale da permettere “il rotolamento” dei granelli di inerti durante la posa. La destinazione d’uso è per locali con traffico intenso, industria alimentare, tessile, chimica, meccanica, metallurgica, aree produttive, zone scarico merci.

Pavimento in resina per officine auto
Caratteristiche distintive

I vantaggi dei pavimenti in resina Draco

Elevata sostenibilità

La resina viene impiegata per il ripristino di pavimentazioni usurate, anche in maniera consistente, tramite ricopertura, senza bisogno di smantellarle e, quindi, di smaltirle: una caratteristica che evita la formazione di rifiuti.

Proprietà antistatiche

I pavimenti in resina sono indicati per aree dov'è necessario evitare l'accumulo di energia elettrica per proteggere dispositivi elettronici sensibili o ridurre i rischi di esplosione ed evitare danni a macchine e persone.

Resistenza all’abrasione

I pavimenti in resina resistono alle abrasioni di qualsiasi tipologia di ambiente presentando flessibilità e durevolezza. Grazie alla possibilità di realizzare diverse texture antisdrucciolo sono indicati per industrie meccaniche, chimiche e magazzini.

Proprietà antiscivolo

I pavimenti in resina sono disponibili in diverse finiture antiscivolo, da lisci a molto rugosi. La scelta del grado di rugosità dipende dalla natura degli sversamenti, dal tipo di lavoro svolto nell'area e dagli standard di manutenzione e pulizia da mantenere.

Facilità di installazione

Il rivestimento resinoso vanta la capacità di combinare la praticità di una facile installazione, e quindi della velocità di realizzazione ed esecuzione, con la solidità di un rivestimento epossidico uniforme e senza fughe.

Elevata personalizzazione

I pavimenti in resina consentono un elevato grado di personalizzazione con valenza funzionale, grazie alla possibilità di segnalare visivamente percorsi e aree di lavoro, o estetica per un risultato perfettamente rispondente all’ambiente di destinazione.

Richiedi una consulenza gratuita

Ad ogni ambiente, il suo pavimento

Versatile e personalizzabile, la resina offre numerosi vantaggi. Le sue applicazioni sono praticamente illimitate! Sono tantissime le realtà industriali che possono trarre vantaggi dalla scelta di una pavimentazione in resina

Grazie all’uso di idonei indurenti o cariche e all’impiego di prodotti caratterizzati da colori brillanti e/o in grado di fornire particolari effetti estetici, è possibile realizzare rivestimenti resinosi con caratteristiche prestazionali molto specifiche e peculiari in grado, ad esempio, di soddisfare richieste di resistenze chimiche molto spinte, dissipare o evitare accumuli di cariche elettrostatiche, di non propagare fiamma e avere una bassa emissione di fumi tossici e nocivi oppure di fornire pregevoli effetti estetici. 

Per non pregiudicare la scelta, prima di procedere, è necessario esaminare con attenzione il sottofondo su cui posare il sistema resinoso prescelto, solitamente costituito da una superficie in cemento. In particolare, bisogna controllare la presenza di eventuali crepe, rotture, avvallamenti, umidità di risalita. 

È poi importante eliminare macchie di unto, olio, sostanze chimiche, acqua stagnante che potrebbero compromettere l’adesione della resina con il substrato e pregiudicare il risultato finale.

Cantine vinicole e birrifici

I sistemi di rivestimento per pavimenti e pareti destinati al settore vitivinicola e beverage devono possedere caratteristiche tali da consentire loro di rispondere a sollecitazioni ambientali straordinarie, garantire il rispetto delle norme igieniche e la conformità agli standard previsti dai protocolli HACCP ed evitare la contaminazione con sostanze estranee, oltre che preservare la sicurezza di operatori e prodotti.

È prioritario che tali sistemi siano antiscivolo e privi di sostanze volatili e assicurino la resistenza agli stress meccanici e chimici.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per cantine vinicole e birrifici

Aziende alimentari

I pavimenti delle aziende alimentari devono avere requisiti specifici atti a garantire la sicurezza degli alimenti al consumatore finale e un determinato grado di antiscivolosità per garantire l’incolumità degli operatori. L’igiene dell’ambiente come delle attrezzature utilizzate è fondamentale per la garanzia di un servizio efficace e a norma.

 Quindi facilità di pulizia e resistenza a lavaggi frequenti, sono le due caratteristiche richieste alla pavimentazione per garantire la salubrità dei prodotti e il rispetto delle normative.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per aziende alimentari

Supermercati e logistica

Nei supermercati sono di primaria importanza sia l’aspetto estetico della pavimentazione che la sua funzionalità. Il calpestio quotidiano di centinaia o migliaia di persone, gli urti violenti e l’uso di prodotti chimici per la pulizia, sono tutti fattori che incidono infatti pesantemente sulla resistenza dei pavimenti o rivestimenti. 

Le resine conferiscono alla pavimentazione una qualità estetica accurata, assicurando resistenza all’usura, al calpestio e ai lavaggi frequenti. La resistenza all’usura e le proprietà antiscivolo, conformi a quanto richiesto dal DLGS 81/2008, rendono le pavimentazioni in resina particolarmente idonee a luoghi pubblici frequentati da molte persone o alle aree destinate alla logistica.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per supermercati e aziende di logistica

Industrie chimiche e farmaceutiche

Normalmente un rivestimento resinoso continuo presenta già una buona resistenza alle aggressioni chimiche, ma se questo deve essere un requisito specifico perché la pavimentazione è destinata ad aziende chimiche e farmaceutiche, occorre prevedere non solo l’uso di sistemi adatti, ma anche la scelta di opportuni prodotti che migliorano la specifica resistenza in relazione alla destinazione d’uso dei locali in cui è posizionato il pavimento. Per questa tipologia di pavimentazioni non basta garantire l’idonea resistenza chimica del rivestimento, ma occorre anche garantire, oltre alla impermeabilità, l’omogeneità della miscela base e indurente.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per industrie chimiche e farmaceutiche

Uffici, negozi e aree commerciali

In ambito commerciale, per esempio in un negozio o in un outlet, il pavimento in resina viene scelto in primo luogo per l’aspetto emozionale.

Consente infatti di realizzare soluzioni architettoniche di pregio, grazie all’elevata possibilità di personalizzazione a livello di disegni e colori.
Poter realizzare superfici omogenee, senza soluzioni di continuità e regolare il livello di finitura dal lucido all’opaco, rende la resina una scelta funzionale ed esteticamente piacevole per punti vendita e showroom.

Facili da pulire e resistenti al calpestio, i pavimenti in resina rendono dinamici e accoglienti uffici e studi professionali.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per uffici, negozi e aree commerciali

Strutture ricettive e settore Horeca

Nelle strutture ricettive e in quelle afferenti al canale Ho.re.ca. in modo particolare, oltre al rispetto della normativa HACCP, è necessario porre l’accento anche sull’aspetto estetico. Un pavimento ed un rivestimento continuo in resina possono fare la differenza.
Grazie alla qualità dei mix di resine e componenti studiati appositamente per il settore alimentare, i sistemi resinosi sono in grado di fornire pavimenti e rivestimenti che rispettano la normativa.
Queste soluzioni consentono inoltre personalizzazioni uniche, in linea con le tendenze dell’abitare contemporaneo, grazie ad elevate potenzialità progettuali e compositive legate all’uso del colore e alla possibilità di realizzare continuità materica e cromatica tra pavimento e parete.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per strutture ricettive e settore Horeca

Industrie meccaniche e logistiche intensive

I rivestimenti resinosi garantiscono ottime prestazioni in termini di resistenza alle sollecitazioni, determinate ad esempio dal transito di veicoli pesanti o dovute agli urti, e di resistenza in caso di dispersione di sostanze aggressive quali acidi, solventi, sali ecc., caratteristiche determinanti nella scelta di una pavimentazione per le industrie meccaniche provviste di aree logistiche più o meno intensive. Negli stabilimenti produttivi, a seconda dell’attività aziendale, le soluzioni in resina assicurano non solo alte resistenze agli stress peculiari di ogni singolo settore, ma sono anche idonee a conferire alle superfici particolari caratteristiche di planarità e continuità e sono comunque di facile pulizia e manutenzione.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per industrie meccaniche e logistiche intensive

Edilizia scolastica e palestre

Nelle scuole e nelle palestre, oltre all’igiene e alla pulizia, è indispensabile garantire la sicurezza sia per studenti che per operatori.

Le resine rendono tutto ciò possibile in quanto, dando vita a superfici continue e prive di fughe, garantiscono la sicurezza e rendono più semplici e funzionali le operazioni di pulizia. 

La loro estrema personalizzazione, grazie all’ampia disponibilità di colori e giochi geometrici, rende queste pavimentazioni ideale per ambienti dedicati ad aree ludiche all’interno di istituti scolastici e ricreativi.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per Edilizia scolastica e palestre

Ospedali, Mense e RSA

Negli ambienti ospedalieri e sanitari, nelle mense e nelle RSA, ove è indispensabile garantire la massima igiene sia per pazienti che per ospiti, oltre a luoghi di lavoro sicuri, sono necessari rivestimenti concepiti per ovviare ai problemi che creano scabrosità, porosità e concavità sulle superfici, fattori che rappresentano un rischio in tema di pulizia ed igiene.

I rivestimenti in resina sono in grado di rispondere in modo estremamente performante a queste richieste, in quanto garantiscono ambienti operativi di facile decontaminazione, pulizia e manutenzione.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per Ospedali, mense e RSA

Industrie tessili e manifatturiere

Le pavimentazioni delle industrie tessili e manifatturiere sono sottoposte non solo a numerose movimentazioni di materiali e a sollecitazioni meccaniche, ma anche alle problematiche tipiche dei pavimenti delle industrie del settore meccanico, che sono soggette al versamento di oli, carburanti, agenti chimici corrosivi, che rendono il pavimento scivoloso e potrebbero causare danni alla superficie. 

È opportuno dunque realizzare soluzioni in grado di garantire elevati standard di qualità, resistenza e sicurezza a seconda del campo d’impiego.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per industrie tessili e manifatturiere

Parcheggi

Le pavimentazioni in resina sono particolarmente indicate nel caso di parcheggi esterni e multipiano. 

Per questo tipo di pavimentazioni possono essere richiesti sistemi resinosi elastici, in grado di fare ponte su minimi movimenti di fessure del supporto (crack-bridging property) migliorando così la protezione contro le infiltrazioni di acqua nella soletta. 

Questa  caratteristica è molto importante nelle zone in cui si usano sali antigelo, che veicolati dall’acqua, potrebbero aggredire i ferri di armatura posizionati nel sottofondo.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per parcheggi

Playground

Grazie alle ottime performance di elasticità, resistenza e durabilità i sistemi resinosi sono particolarmente indicati nelle riqualificazione delle superfici di gioco dei playground pubblici e delle pavimentazioni sportive in generale. 

Si tratta di sistemi multistrato elastici a base di resine acriliche in combinazione con tappetini di gomma granulare, idonei per campi da basket e pavimentazioni sportive polivalenti (volley, pallamano, calcio a 5) all’interno di aree pubbliche come parchi, aree sportive e scolastiche.

Scopri di più sui ➤ Pavimenti per playground

Attenzione al sottofondo!

Usata ormai da diversi anni per rinnovare vecchie pavimentazioni, soprattutto in cemento, deteriorate dal transito di mezzi pesanti e carrelli elevatori, o applicati anche su pavimentazioni di nuova costruzione, la buona riuscita di una pavimentazione in resina non può prescindere dalla natura e dalle condizioni del supporto sulla quale viene applicata.

Il supporto infatti deve essere attentamente verificato per acquisire tutte le informazioni necessarie, al fine di progettare la corretta applicazione e il ciclo resinoso adatto

È molto importante accertare la presenza o meno di umidità di risalita nella pavimentazione che potrebbe pregiudicare la tenuta del pavimento in resina, ed esaminare con attenzione l’eventuale presenza di crepe, fessure o avvallamenti sul pavimento, nonché la presenza di olio. 

È inoltre fondamentale individuare la corretta preparazione del supporto con operazioni di levigatura del pavimento, pallinatura o fresatura. Va precisato che non esiste un sistema applicativo che può essere comune ad ogni pavimento. 

Sono tante infatti le variabili che influiscono sulla scelta del ciclo da usare. Pertanto è bene capire quali sono le tipologie più diffuse, quale problema deve risolvere la pavimentazione, in modo di scegliere la corretta soluzione.

Ricevi una consulenza gratuita